rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
San Donato San Donato Milanese / Via Felice Maritano

Sfonda la caserma dei carabinieri con una Porsche Cayenne: era strafatto di cocaina

L'uomo, residente a Rozzano, voleva consegnarsi per paura di commettere una follia, visto il suo stato psicofisico

Era strafatto di cocaina. Aveva paura di combinare una follia. Ha deciso di chiamare i carabinieri per avvertirli che si voleva costituire. Quello che non si aspettavano i militari, è che l'uomo arrivasse con tutta l'auto della caserma. Con la sua Porsche Cayenne è arrivato a forte velocità dai militari di San Donato Milanese (Mi), sfondando il cancello del passo carraio.

Appena sceso dal suv, con le mani alzate, è stato subito arrestato dagli uomini dell'arma, che avevano attivato i loro sistemi di difesa. Solo dopo, i carabinieri hanno ricostruito la vicenda, dalla telefonata all'arrivo in caserma.

Protagonista del giovedì pomeriggio di straordinaria follia, è un italiano di cinquantotto anni, residente a Rozzano (Mi). L'uomo, noto alla giustizia per motivi di droga, aveva con sé circa trenta grammi di cocaina e il suo stato psicofisico era totalmente alterato. Nonostante fosse molto collaborativo, l'arresto è stato complicato proprio per il suo stato. Prima del trasferimento in cella, il pregiudicato è stato visitato all'ospedale di Melegnano.

Ora è accusato di danneggiamento aggravato, detenzione di sostanze stupefacenti e violazione del codice penale militare di pace per la forzata consegna. Il pm di turno, Francesco De Tommasi, dovrebbe chiedere al gip la convalida dell'arresto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda la caserma dei carabinieri con una Porsche Cayenne: era strafatto di cocaina

MilanoToday è in caricamento