rotate-mobile
San Donato San Donato Milanese

Bagarre in consiglio sui 9 milioni d’avanzo

Scontri accesi in consiglio comunale sul residuo nel bilancio 2012. L’opposizione: “Quei soldi potevano essere spesi” e scappa l’insulto

Settimane di parole grosse a San Donato, prima con l’insulto del sindaco Checchi “San Donato è una città bastarda” registrato di nascosto in quello che è diventato il video scandalo del paese dell’hinterland milanese e ora il consigliere della lista “Insieme per San Donato” che si lascia andare a commenti poco gradevoli rivolti verso la maggioranza.

“Il fatto che si accumulino tesori inutili in una città che va in decadimento, mi spiace, non è da virtuosi, ma è da cretini”. Questa la dichiarazione riportata da il quotidiano Il Cittadino con cui Gina Falbo commenta l’avanzo di amministrazione pari ad oltre 9 milioni di euro, un avanzo che ha generato bufera nel consiglio comunale che si è tenuto nella serata di giovedì, in cui il primo piano è spettato al rendiconto dell’esercizio 2012.

Il consigliere PDL Manolo Lusetti prende le posizioni ricordando: “Come sapete 3 milioni di euro potevano essere spesi: i numeri sono numeri, vedremo cosa ci presenterete”.

Il democratico Andrea Pasqualini focalizza invece la propria attenzione sull’appellativo con cui la Falbo ha concluso l’intervento, facendo notare che “cretino” in consiglio comunale è oltraggio a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagarre in consiglio sui 9 milioni d’avanzo

MilanoToday è in caricamento