menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ACS, scade la cassa integrazione

Futuro incerto per i cinque lavoratori

La cassa integrazione erogata ai cinque dipendenti di Azienda comunale servizi scadrà a fine giugno e non potrà essere prorogata. I dipendenti dovranno quindi trovare una nuova occupazione.

Il percorso fino ad oggi è stato lungo. ACS aveva un organico di 34 dipendenti. Il problema si è posto per 15 figure professionali, esclusi i dipendenti delle farmacie. Di queste 15 persone quattro sono state assorbite dal comune, nella fase di reintegro dei servizi, altri tre addetti saranno impegnati nella futura azienda speciale che si occuperà della gestione delle farmacie comunali di San Donato.

Per gli altri cinque resta aperto l’interrogativo. La partita è dunque ancora in gioco, tenendo conto che a partire dalla fine del mese prossimo anche gli ammortizzatori sociali scompariranno e cinque famiglie potrebbe essere messe a dura prova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento