menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta rifiuti con il chip

Grazie al nuovo sistema sarà possibile tracciare i rifiuti e conteggiare con maggiore precisione il consumo di ogni famiglia

Il vantaggio sarà che ogni famiglia pagherà la parte variabile della Tares in base alla quota di indifferenziato effettivamente prodotta. Questo consentirà di scavalcare il coefficiente attualmente in vigore basato su numero dei componenti famigliari e metri quadrati dell’abitazione.

Tutto questo sarà reso possibile grazie all’introduzione della tariffa puntuale, già sperimentata in diversi comuni d’Italia. Praticamente ogni sacco che uscirà da una casa di San Donato dovrà essere identificato attraverso un chip che verrà poi riconosciuto da un lettore elettronico che immagazzinerà i dati per effettuare i conteggi finali.

Il progetto potrebbe essere inserito nel prossimo bilancio di previsione che verrà approvato a breve per decollare poi dopo circa sei mesi durante i quali verranno attuati anche i meccanismi che fanno leva sui codici a barre, in modo tale che ogni sacco possa essere tracciabile. La prima fase sperimentale riguarderà l'indifferenziato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Coronavirus

Vaccini ai lombardi fino a 49 anni: probabile prenotazione da fine maggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento