menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nando Dalla Chiesa

Nando Dalla Chiesa

La mafia è una cosa seria e Dalla Chiesa abbandona la sala

Nando Dalla Chiesta abbandona la sala durante un incontro con le medie sandonatesi per schiamazzi non rispettosi

Prima ha richiamato duramente ad un atteggiamento più serio un gruppo di studenti che non prestando attenzione per ciò che stava dicendo, ridevano e schiamazzavano. C’è poi voluto poco perché Nando Dalla Chiesa abbandonasse il Troisi infuriato.

Una situazione imbarazzante che si è verificata nel corso di un incontro con diverse personalità dell’antimafia, venute a raccontare ai ragazzi delle terze medie sandonatesi le loro esperienze.

Dalla Chiesa, figlio del generale ucciso nel 1982 e professore di sociologia della criminalità organizzata all’università di Milano, non ha usato mezzi termini nel denunciare l’indifferenza con cui viene trattata la presenza visibile delle cosche.

Al momento delle domande, in un angolo della sala, un gruppetto di studenti inizia a ridere senza apparente motivo. Dalla Chiesa, innervosito, allora è sceso dal palco e li ha affrontati  severamente: «Non ho mai visto in vita mia persone tanto insensibili. Ora capite come ci sentiamo a fare questo lavoro, circondati da questa umanità. Non ho tempo da perdere. Andandomene forse qualcuno capirà».

Il docente si è così allontanato dal teatro, nel silenzioso imbarazzo di autorità, presenti il sindaco Andrea Checchi e l’assessore alla cultura Chiara Papetti e delle dirigenti scolastiche Fiorita Tirone e Maria Grazia Sabella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Coronavirus

Vaccini ai lombardi fino a 49 anni: probabile prenotazione da fine maggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento