rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
San Donato

Poasco, disservizi alle linee telefoniche e ad internet

È sempre più difficile comunicare per i poaschesi. Ormai da dicembre, la frazione di San Donato Milanese è vittima di continui disservizi per quanto riguarda le linee telefoniche e la copertura internet

E' sempre più difficile comunicare per i poaschesi. Ormai da dicembre, la frazione di San Donato Milanese è vittima di continui disservizi per quanto riguarda le linee telefoniche e la copertura internet.
Se la rete adsl ha sempre funzionato a singhiozzo, le numerose segnalazioni di questi giorni da parte di residenti alle prese con telefoni fissi desolatamente muti ha trasformato una tara già annosa in una vera e propria emergenza.

Non tutte le zone di Poasco sono colpite allo stesso modo da quello che i cittadini chiamano un “deserto” telefonico, ma di certo l’accresciuta dimensione del fenomeno ha attirato più di un cronista nelle tranquille vie del paese. Complici, i quotidiani aggiornamenti tenuti da un comitato di quartiere e da un blog (www.poasco.blogspot.com) molto agguerriti, che si sono impegnati in prima fila perché si arrivasse al più presto ad una soluzione, dimostrando una inaspettata capacità di crearsi spazi di visibilità sui mezzi di comunicazione.

Oltre alle testate locali, a Poasco sono arrivate le telecamere di Tele Lombardia e i giornalisti del quotidiano “Repubblica”. È stata invitata persino la trasmissione satirica “Striscia la notizia”.

L’elenco di chi ha subito la stretta telefonica intanto si allunga a dismisura, dai titolari di esercizi commerciali, che necessitano delle linee per motivi di lavoro oltre che personali, ai semplici abitanti.  «È un problema di vecchia data», racconta una studentessa di via Don Minzoni, che per fortuna sembra essere stata risparmiata dalle criticità, «anche se in casa mia non vi sono stati disagi nell’immediato, non significa che non si siano verificati in passato». Le sue parole trovano conferma in quelle di un’altra residente: «primo episodio di malfunzionamento nell’allacciamento telefonico e internet risale ad almeno due anni fa, poi si è ciclicamente riproposto».

La convivenza forzata con una rete antiquata e intermittente, però, sembra ora arrivata al capolinea. I cittadini hanno deciso che la misura è colma. In particolare, sotto accusa è la copertura adsl, ritenuta inadeguata.

La lentezza esasperante del servizio di banda larga contrasta in modo paradossale con la corsa verso le più aggiornate tecnologie che l’amministrazione comunale ha previsto per San Donato. Qui, di recente è stato annunciato per il municipio e altre sedi istituzionali il varo di un nuovo sistema di telecomunicazione, che abbandonerà la tradizionale rete telefonica in favore della meno dispendiosa voip telephony, che permette di utilizzare il canale internet per trasmettere i messaggi vocali da una cornetta all’altra, mantenendo livelli qualitativi molto alti.
Come a dire, oltre al danno, la beffa.  Pronta la reazione sul blog: «A San Donato possono farlo perchè hanno la fibra ottica, risparmieranno quattrini e guadagneranno in efficienza. A Poasco no».

Ma chi è il responsabile? Non il Comune, che non ha in mano le chiavi della rete. Additano invece i gestori telefonici, primo tra tutti Telecom, che in Italia detiene una sorta di monopolio nell’amministrazione della telefonia Ip e nella tecnologia IPTV. Le altre aziende, come Fastweb, Infostrada e Alice, si limitano ad occupare gli spazi che Telecom stessa affitta loro. Il colosso delle telecomunicazioni, da parte sua, ha precisato che il problema riguarda solo i colleghi, e ha lucchettato gli armadi Mux in via Unica.

Non mancano ragioni infrastrutturali. L’aumento del numero di residenti cui la frazione è andata incontro a ritmi sempre più vertiginosi ha determinato una crescita del bacino d’utenza, per cui la rete, concepita decenni fa per una domanda decisamente inferiore, si congestiona. Quando una stanza comincia ad affollarsi, o si abbattono le pareti per far posto ai nuovi arrivati, oppure qualche sfortunato si vedrà catapultato all’esterno. È quanto accade a Poasco, dove chi è rimasto fuori dalla stanza sta cercando faticosamente di rientrare.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poasco, disservizi alle linee telefoniche e ad internet

MilanoToday è in caricamento