Domenica, 16 Maggio 2021
San Donato

Gli studenti del Mattei progettano una centrale in Africa

Il progetto realizzato in un liceo di Dakar

Il liceo Limamoulaye di Dakar

Il ponte di collaborazione tra l’Itis Mattei e il liceo Limamoulaye di Dakar si conclude con la realizzazione di una centrale fotovoltaica frutto di una progettazione che ha visto all’opera anche gli studenti sandonatesi e che garantirà illuminazione 24 ore su 24 alla struttura didattica del Paese africano.

La centrale verrà inaugurata giovedì alla presenza di una delegazione di docenti e studente dell’Itis che affronteranno un lungo viaggio per partecipare al taglio del nastro a cui saranno presenti le autorità del luogo. Il progetto è stato sviluppato in costante aggiornamento tra i due paesi, con il coinvolgimento dei rispettivi ministeri.

Tutti i dettagli del lavoro sono visionabili sul sito dell’istituto italiano. Attraverso la rete è stato possibile infatti superare le barriere fisiche e procedere verso un risultato che consentirà a molti giovani ragazzi, circa 5.500, di frequentare una scuola autosufficiente dal punto di vista energetico attraverso un moderno e funzionale impianto.

Ecco i numeri previsti: 63.000 kWh di energia elettrica prodotta per anno, con un risparmio di 12.600 euro/anno e evitate emissioni di 49,2 t di CO2 all’anno. Inoltre i ragazzi hanno così contribuito all’eliminazione dei blackout all’interno della scuola e all'erogazione di corrente elettrica 24h al giorno ed infine ad una strutturazione del Liceo con laboratori più attrezzati e funzionanti. Nell’ambito del progetto inoltre 50 studenti saranno formati e in grado di progettare, costruire e gestire impianti fotovoltaici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Mattei progettano una centrale in Africa

MilanoToday è in caricamento