rotate-mobile
San Donato San Donato Milanese

Unipol, analisi del piano con la proprietà

La questione Unipol a San Donato sta assumendo dimensioni sempre più imponenti con 8.000 lavoratori coinvolti su 13mila appartenenti al gruppo in tutta Italia

A giorni, il 20 marzo a Bologna, si terrà il confronto proprietà-sindacati per valutare nel dettaglio lo scenario che prevede un taglio cospicuo del personale tra trasferimenti, cessioni, accorpamenti, pensioni anticipate e infine esuberi.

Nella filiale delle Torri Lombarde di San Donato in via dell’Unione Europea rischiano il posto una grande parte dei dipendenti e proprio per questo i lavoratori si sono mobilitati in scioperi mirati già durante il mese scorso. Il caso Unipol potrebbe rappresentare uno dei drammi occupazionali più pesanti del 2013.

Come riporta il quotidiano Il Cittadino diversi sono i problemi in essere secondo Andrea Hummel, responsabile provinciale Cgil Fisac: “Qui però c’entra anche una politica aziendale rigida, poco diversificata, applicata da venti anni a questa parte, si paga il conto dell’acquisizione Fondiaria Sai da parte di Unipol. L’elemento importante è la disponibilità da parte del vertice aziendale dell’esame congiunto del piano industriale. Inizieremo il 20 marzo, a Bologna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unipol, analisi del piano con la proprietà

MilanoToday è in caricamento