menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei mercati km 0 di Coldiretti

Uno dei mercati km 0 di Coldiretti

La campagna si allunga in città con Coldiretti

Dal 5 ottobre al via il mercato settimanale del made in Italy a km zero

Dal produttore al consumatore, senza passaggi intermedi. Scatterà il 5 ottobre a San Donato Milanese il mercato “Campagna amica”, appuntamento lanciato dalla Coldiretti con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale per promuovere i produttori locali e gli acquisti a Km 0, mettendo sui banchi prodotti quali frutta, verdura, miele, carne, olio biologico, vino, birra, confetture e formaggi, tutti rigorosamente italiani e di origine certificata.

L’appuntamento è in programma nella centralissima via Libertà e avrà cadenza settimanale, nella giornata di sabato. Protagonista dell’iniziativa, che punta a eliminare l’intermediazione e quindi a ridurre anche il costo del carrello della spesa a carico dei consumatori, sarà una selezione di aziende scelte tra le sessanta che prendono parte ai numerosi market già attivi nelle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza.

I produttori aderenti all’iniziativa, tutti affiliati a Coldiretti, hanno scelto di sottoscrivere un regolamento disciplinare volontario nel quale è previsto, tra le altre cose, che la vendita avvenga a prezzi calmierati, riportati in una tabella posta all’ingresso del mercato. I prodotti, in particolare, sono proposti a un costo decurtato del 30% rispetto ai prezzi giornalieri rilevati dal sistema SMS consumatori.

«Facendo suo questo progetto – spiega l’assessore al Commercio Chiara Bacchiega - l’Amministrazione punta anche a elevare la qualità del vivere cittadino. La pedonalizzazione per una mattina a settimana di una parte di via Libertà, infatti, inviterà i sandonatesi a vivere il territorio urbano in maniera differente, rappresentando un efficace collante sociale. Così se, da un lato, il mercato a Km zero – con i suoi prodotti di stagione, freschi controllati e garantiti – stimolerà l’adozione di uno stile alimentare (e di vita) responsabile e consapevole, dall’altro lato, rappresenta uno spazio sociale d’incontro dove allacciare e rinforzare quelle relazioni positive che trasformano una comunità in qualcosa che va oltre la somma algebrica dei suoi componenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento