menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La fitta vegetazione impedisce il controllo del territorio

La fitta vegetazione impedisce il controllo del territorio

Market dello spaccio in zona San Francesco

Un’ordinanza del Comune alla società proprietaria della zona intima il taglio urgente di alberi e vegetazione che offrono riparo a pusher e clienti

È emergenza spaccio nella zona di cascina San Francesco. L’area è infatti caratterizzata da una fitta vegetazione spontanea diventata riparo per tossicodipendenti e spacciatori.

Nella giornata di lunedì è stata pubblicata un’ordinanza diretta alla proprietà, l’immobiliare Asio, per il taglio urgente di rami e arbusti che limitano la visibilità, una misura ritenuta necessaria per eliminare facili nascondigli.

La situazione è precipitata divenendo oggetto di analisi e dibattito da parte delle istitiuzioni cittadine dopo una serie di sopralluoghi effettuati dagli uomini dell’Arma dopo l’ultimo episodio di spaccio avvenuto proprio su questa porzione di territorio. Dalla stazione dei carabinieri nelle ore successive è uscita una nota ufficiale rivolta al Comune in cui veniva analizzata l’area facile preda di spacciatori e assuntori di stupefacenti proprio per la sua difficile accessibilità e l’invito a ripristinare la visibilità di questi tratti di San Donato dove cespugli e erba alta offrono riparo ai malviventi.

Prontamente il comune ha emanato l’ordinanza che concede 30 giorni alla proprietà per tagliare rami e altra vegetazione spontanea lungo l’esteso perimetro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento