rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
San Donato San Donato Milanese / Via Trento

San Donato, ciclista ferito lungo la provinciale scoperto grazie ad una scarpa

Una scarpa abbandonata sulla sp39 all'incrocio con via Trento ha portato una pattuglia di carabinieri sulle tracce di un ciclista, riverso sul ciglio della strada. E' stato investito nella notte da un'auto che è scappata via

Tre e trenta del mattino, lungo la provinciale 39 a San Donato Milanese. Una pattuglia di carabinieri gira in servizio a velocità ridotta, nella zona abitualmente frequentata da spacciatori. A un centinaio di metri dall'incrocio con via Trento, i militari notano una scarpa per terra. Più incuriositi che preoccupati scendono dall'auto e, fra i cespugli, intravedono una ruota che da un esame più attento ha rivelato una bicicletta con un cerchione fortemente deformato da un urto.

Immediatamente i due carabinieri si mettono a cercare, battendo con le torce il fosso e il campo sul cui ciglio si trovava la bici. Dopo poco, infatti, il ritrovamento: si tratta di un ciclista C. R. 50 anni di Settala. L'uomo, supino e privo di sensi ma ancora vivo, viene rianimato e - confusamente - racconta la propria versione dei fatti. Sembra che un'auto a causa della scarsa illuminazione lo abbia investito sparendo poi senza prestare soccorso.


Il ciclista, che ha subito lamentato forti dolori al braccio e alla schiena, è stato ricoverato per accertamenti all'ospedale di Vizzolo Predabissi. Non sarebbe comunque in pericolo di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Donato, ciclista ferito lungo la provinciale scoperto grazie ad una scarpa

MilanoToday è in caricamento