menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cercasi disperatamente casa per la guardia medica

La storica sede di via Croce Rossa non è più idonea, servono ulteriori spazi e il rischio è quello di perdere del tutto il servizio

Entro fine febbraio il sindaco Andrea Checchi dovrà trovare una nuova sede alla guardia medica di San Donato. Il primo cittadino infatti ha annunciato nei giorni scorsi che il servizio abbandonerà la sede storica di via Croce rossa per essere probabilmente trasferito nel complesso socio sanitario di via Sergnano, in quanto la sede non è più inidonea ad ospitare il presidio.

La città rischia ora di perdere, in mancanza di una nuova soluzione, l’importante punto di riferimento che non solo risponde alle emergenze notturne, ma fornisce una copertura, ad esempio per le ricette, nel corso dei giorni festivi e pre festivi, quando sono chiusi gli ambulatori dei medici di famiglia. Alta l’attenzione da parte di Asl e minoranza che mantiene acceso il dibattito al fine di poter assicurare ai cittadini di San Donato la prosecuzione del servizio di guardia medica.

Il comune ha chiesto una proroga per avere il tempo necessario di affrontare alcuni ragionamenti riguardo gli spazi da mettere a disposizione. Nella nuova sede, in base alle anticipazioni, gli ambulatori dovrebbero trovare sede al piano terreno, dove attualmente hanno sede gli uffici del consorzio di Assemi, ovvero il distretto che raggruppa più comuni impegnato nel settore sociale con sede a San Donato. Uffici che dovrebbero quindi essere spostati ai piani superiori attraverso una riorganizzazione degli spazi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento