menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche Checchi sul luogo della morte di Costantin

Identificato il nomade morto all'isola ecologica di via Per Monticello. Sul luogo della tragedia anche il sindaco

Si chiamava Costantin Cornel, 43 anni, operaio saltuario di origine romena, è lui l’uomo trovato morto all’isola ecologica di San Donato. I carabinieri della stazione di San Donato hanno rintracciato i famigliari, che hanno proceduto al riconoscimento del loro caro.

Stava rubando alla piazzola ecologica, ma qualcosa è andato storto ed è rimasto chiuso nella pressa di un cassone. Lo hanno trovato morto gli addetti dell’Ecocentro di San Donato intorno alle 19.00 di lunedì scorso.

Il giorno dopo la tragedia prende la parola anche il sindaco Andrea Checchi che, dopo essere stato per lunghe ore sul posto nel corso degli interventi da cui hanno preso il via le indagini, il primo cittadino racconta la situazione impressionante e molto triste che ha trovato quando è accorso sul luogo dell’evento.

Non è certo l’unico caso di furto in questa piazzola in cui dovrebbero muoversi solo addetti ai lavori ed invece è spesso frequentata da persone in cerca di materiale da poter rivendere. Anche Costantin cercava probabilmente materiale che gli potesse fruttare qualcosa e si era messo in marcia dall’insediamento di Sant’Arialdo, nei pressi di Chiaravalle, a quattro passi dalla frazione di Poasco. Anziché qualche oggetto per sopravvivere ha trovato la morte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento