rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
San Giuliano Milanese San Giuliano Milanese / Via Alessandro Manzoni

San Giuliano: ubriaco e accaldato, fa "strage" di specchietti retrovisori

Un uomo, sabato notte, danneggia senza motivo gli specchietti retrovisori delle auto in sosta. Fermato dai carabinieri, è completamente brillo: arrestato per danneggiamenti

L'afa estiva comincia a farsi sentire e quando per placare la sete si beve una birra di troppo il cocktail "caldo" e "alcool" dà una miscela esplosiva. E' quello che è accaduto sabato sera a San Giuliano Milanese in via Manzoni dove un uomo di 34 anni, dopo essersi scolato qualche birra, ha perso il controllo e ha danneggiato senza motivo tre autovetture in sosta fino a quando è stato fermato e arrestato dai Carabinieri della Tenenza, chiamati da alcuni cittadini testimoni di quella che poteva trasformarsi nella "strage degli specchietti". Sono le 23.40.

Davanti al Bar Manzoni il tranquillo sabato sera di alcuni avventori che stanno accompagnando le chiacchere con qualche bibita fresca per trovare un po' di rifregerio, viene improvvisamente interrotto dalla grida e dal rumore di alcuni violenti colpi. C'è un caldo torrido, ma in via Manzoni cala il gelo. Inizialmente si pensa a una lite o a un principio di rissa. Alcuni passanti si avvicinano al luogo da cui provengono le grida e i rumori per cercare di capire quello che sta succedendo. Anche qualche residente si affaccia alla finestra. Davanti a loro un uomo che, fuori di sé, sta facendo letteralmente una strage degli specchietti retrovisori delle auto in sosta parcheggiate lungo via Manzoni. Immediatamente scatta la chiamata al 112 e in pochi istanti una gazzella dei carabinieri di San Giuliano è sul posto.

I militari riescono a bloccare e ad arrestare l'uomo prima che sotto i suoi violenti colpi cadano altri specchietti. L'alito è fortemente vinoso. Pronuncia frasi sconnesse e parole senza senso. Sull'asfalto restano i frammenti di vetro e i pezzi di plastica degli specchietti di una Renault Megane, di una Fiat Punto e di una Peugeot 307. L'arrestato è F.C., medigliese, di origini siciliane, classe 1977, pregiudicato per reati contro il patrimonio e già tratto in arresto meno di due settimane fa dagli stessi carabinieri per il tentato furto di profumi in danno del Carrefour Market di Piazza Italia.

L'uomo, che, ancora in attesa della sentenza, è attualmente sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di firma proprio in conseguenza del procedimento penale per il tentato furto, è stato dichiarato di nuovo in arresto, questa volta con l'accusa di danneggiamento aggravato contro beni esposti alla pubblica fede. Dopo due notti in cella è stato presentato davanti al Tribunale di Lodi per la convalida dell'arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano: ubriaco e accaldato, fa "strage" di specchietti retrovisori

MilanoToday è in caricamento