San Giuliano Milanese

Graffitari sì, ma molto educati e scatta l'incentivo

Due giovani sangiulianesi colorano muri e parapetti della città chiedendo il permesso. Riccardo Turti e Adam Redrush sono veri maestri della bomboletta spray

Hanno 17 anni e sono dei "writers" ovvero fanno murales e graffiti. La loro particolarità, a differenza di molti loro colleghi, è che i loro lavori sono autorizzati da Comune di San Giuliano o dai singoli provati che glieli permettono. Insomma, sono graffitari? educati, nel senso che prima di usare la bomboletta spray chiedono se possono. Non è poco.

Riccardo Turti e Adam Bedrush hanno ottenuto, ad esempio, il permesso per realizzare i propri lavori al parco Serenella. Grazie all'autorizzazione dell'assessore all'Ambiente Renato Cipolla e al responsabile del luogo comune del Serenella, che hanno detto si.

Così, con questa licenza, hanno anche ottenuto degli incentivi: 204 bombolette spray, 5 latte di bianco (per pulire i muri) e relativi pennelli.

Hanno iniziato questa attività circa quattro anni fa per divertimento e curiosità. Non sono d'accordo con chi deturpa case, uffici pubblici o chiese. "I veri writers hanno regole non scritte che andrebbero rispettate da tutti - dicono - anche perché in questo modo i vandali danneggiano chi rispetta le leggi".

Il loro gruppo è formato da una ventina di ragazzi, tutti sotto i 22 anni. La maggior parte autorizzati a dipingere il grigiore della città. Ultimamente hanno anche dipinti su commissione, decorando alcune serrande dei negozi, un esempio è l'edicola di Adriano Marconi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Graffitari sì, ma molto educati e scatta l'incentivo

MilanoToday è in caricamento