San Giuliano Milanese Piazza Italia

San Giuliano, la storia della maestra "pasionaria" finisce in parlamento

Lo scorso lunedì, Oriana Trotta, maestra alla Montessori di San Giuliano, aveva impedito agli alunni di entrare in aula per protesta contro le parole del premier. E' oggetto di un'interrogazione parlamentare

La storia della maestra "pasionaria" di San Giuliano finisce in parlamento. Oriana Trotta, insegnante alla Montessori, lunedì 28 febbraio, infatti, aveva impedito agli alunni della propria classe di entrare in aula. L'insolita protesta aveva avuto luogo per le parole del premier Berlusconi contro la scuola pubblica, a suo modo di vedere "troppo politicizzata".

La maestra aveva detto ai bambini di sedere nel corridoio in un primo momento, e poi erano stati portati in palestra, in una sorta di "mini occupazione". L'insegnante aveva spiegato il gesto ai genitori - "Sono indignata, è stata offesa tutta la nostra categoria, serve fare qualcosa" - e molte mamme e papà le erano stati solidali. Un po' meno la preside, che sembra non avesse gradito affatto il cambiamento delle lezioni.

La vicenda, come scrive il Cittadino, è arrivata fino a Roma. La parlamentare Pdl Paola Frassinetti ha presentato un'interrogazione parlamentare in cui chiede al ministro Gelmini se "sia a conoscenza dell’episodio e, effettuate le opportune verifiche del caso, quali misure intenda adottare al fine di scongiurare il ripetersi di tali episodi nelle scuole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano, la storia della maestra "pasionaria" finisce in parlamento

MilanoToday è in caricamento