San Giuliano Milanese

San Giuliano, il commissario Iacontini: "Ho trovato una zona depressa"

"Una zona depressa. E ho trovato una certa freddezza, anche in Comune". Descrive così, il commissario prefettizio Francesca Iacontini, la situazione di San Giuliano in un'intervista al "il Cittadino". E su Genìa: "Scelte difficili"

"Una zona depressa. E ho trovato una certa freddezza, anche in Comune. A differenza di altre esperienze, dove ho costruito rapporti sociali che sono proseguiti nel tempo, a San Giuliano ho percepito in clima diverso".

E' questo il giudizio sulla cittadina milanese del commissario prefettizio Francesca Iacontini, insediata alla fine dello scorso anno dopo la sfiducia all'ex sindaco Gina Greco, in un'intervista rilasciata a il Cittadino. Iacontini ha anche parlato della situazione della multiutility Genia, e delle difficili scelte fatte.

"La situazione - spiega Iacontini - era molto critica. Il dissesto aveva messo in crisi anche le casse comunali. Così con una delibera ho chiesto l'annullamento delle consociate di Genia, con un altro atto ho riportato in Comune buona parte del servizio riscossione tributi. In questo modo riuscirò a chiudere il bilancio comunale, senza sforare il Patto di stabilità". Sui lavoratori: "Solo per il servizio Ambiente è previsto l'assorbimento del personale da parte del nuovo gestore. Negli altri casi, una clausola del genere nel bando, farebbe lievitare troppo i costi per le aziende partecipanti".

E il commissario spiega anche la sua posizione in merito alla sua casa affittata al Pio Albergo Trivulzio a canone molto basso: "In via Settala è una casa vicina alla prefettura, che per me è molto comoda. Quando presi l'appartamento c'erano un sacco di lavori da fare, che sono stati fatti tutti di tasca mia. Ora l'immobile è in condizioni decisamente migliori. Quando entrai non c'erano nemmeno i servizi igenici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano, il commissario Iacontini: "Ho trovato una zona depressa"

MilanoToday è in caricamento