rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
San Giuliano Milanese San Giuliano Milanese

Via Montenero: ordinanza di chiusura alle 23.30. E l’Angel Pub non lavora più

I clienti arrivano dopo cena, quando la proprietaria deve invece abbassare le saracinesche. A diminuire sono gli incassi dell'attività commerciale "Facciamo una trentina di euro al giorno, quando ne facevamo anche 400! Noi così non possiamo andare avanti, non posso pagare i fornitori e l’affitto". Cronaca dell'altra faccia delle ordinanze anti movida

Sandra Guitierez proprietaria dell'Angel pub
Dal 12 di gennaio l’Angel Pub, con un’ordinanza del sindaco Marco Toni, deve chiudere alle 23.30. "Io sto entrando in depressione, il lavoro del mio locale è basato sulle ore serali -  ha dichiarato Sandra Guitierez, la proprietaria - i clienti arrivano dopo cena, anche alle dieci di sera: se devo chiudere non vengono neppure. Infatti i nostri scontrini lo dimostrano: una trentina di euro al giorno, quando ne facevamo anche 400! Noi così non possiamo andare avanti, non posso pagare i fornitori e l’affitto".

La denuncia della proprietaria è forte e chiara: "Non capiamo questo accanimento contro di noi. Qui intorno ci sono altri posti da controllare, noi cerchiamo solo di lavorare in modo onesto".  Le motivazioni dell’ordinanza sarebbero per il disturbo della quiete pubblica e l’abbattimento di un muretto nel parcheggio antistante al locale.

"Il muretto, e i giornali l’hanno scritto, è stato abbattuto da un furgone facendo manovra. Per la questione del disturbo della quiete pubblica noi abbiamo fatto tutte le rilevazioni del caso sui decibel che il nostro locale produce, e risultiamo in regola. Trentatre giorni fa abbiamo consegnato l’ultima documentazione che ci è stata richiesta dall’Arpa, ma ancora non si muove nulla. Sono messa così male che non mi sono potuta permettermi di comprare le uova di Pasqua alle mie cinque figlie" continua la proprietaria.

Sandra racconta anche che per il 28 di febbraio avevano fatto richiesta di poter tenere aperto il locale fino all’1 per fare una festa di Carnevale. La richiesta fu negata e alle 23.30 la pattuglia della Polizia locale era già fuori ad aspettare che i ragazzi invitati andassero via.

Altro episodio spiacevole si è verificato il 14 febbraio. Sandra, dopo la chiusura del locale, aveva organizzato una festa a sorpresa, privata, per il compleanno del marito. "Alle 11.45 si è presentata la pattuglia fuori dal pub, io ovviamente gli ho aperto il cancello. Gli agenti sono entrati dentro facendo delle foto per testimoniare che il locale era aperto fuori dagli orari consentiti. Io ho cercato di spiegargli che il locale era chiuso e che si trattava di una festa privata. Non c’è stato verso e per di più abbiamo ricevuto una denuncia penale con duecento euro di multa".

"Abbiamo avuto la pattuglia fissa per una settimana a farci i controlli e siamo sempre risultati in regola" ha dichiarato Sabatino De Martino, marito di Sandra. Abbiamo cercato di parlare con qualcuno in Comune, ma ognuno passa la palla all’altro, così noi non riusciamo ad avere una risposta da nessuno". I proprietari concludono invitando il sindaco a controllare di persona lo stato del locale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Montenero: ordinanza di chiusura alle 23.30. E l’Angel Pub non lavora più

MilanoToday è in caricamento