Segrate via Degli Alpini 34

Segrate, si legge di più ma si spende di meno

Secondo un'analisi del sistema bibliotecario della zona Est di Milano, i lettori acquistano sempre meno e ricorrono sempre più spesso alle biblioteche. Gerosa: "E' un effetto della crisi"

Le abitudini dei lettori stanno cambiando. A causa della crisi sono sempre più le persone che, per risparmiare, decidono di recarsi in biblioteca per prendere libri in prestito anziché acquistarli.

L’ANALISI - Lo rivela un’analisi del sistema bibliotecario della zona est di Milano, dalla quale emerge che, sorprendentemente, è aumentato il numero dei prestiti complessivi delle biblioteche ma è sceso quello degli utenti. Il Giorno riporta la dichiarazione di Manuela Gerosa, del Sistema bibliotecario Milano est: “E' sicuramente un effetto della crisi: i lettori consolidati, costretti a razionalizzare le risorse a disposizione, ricorrono sempre più spesso ai prestiti, mentre quelli occasionali sembrano rinunciare alla lettura perché presi da altro. Inoltre, a incidere sul calo degli utenti sono anche i tagli alla cultura: ci sono meno fondi per fare promozione”. L’analisi rivela che, nelle 40 biblioteche del Sistema Milano est, tra il 2009 e il 2010 sono stati erogati 23.162 volumi in più, mentre i lettori che si sono rivolti al banco prestiti sono diminuiti di oltre 3 mila unità.

I GENERI - Prosegue Gerosa: “È aumentata la richiesta di narrativa, ma le esigenze dei lettori dipendono molto dal tipo di utenti e dalle zone. Ad esempio, abbiamo biblioteche più specializzate nella saggistica o nei libri di testo, che quindi attirano un pubblico interessato ai generi proposti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segrate, si legge di più ma si spende di meno

MilanoToday è in caricamento