Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Segrate Segrate

Si trasferisce a Milano e fa un regalo d'addio a Segrate: 33 alberi, uno per ogni anno di residenza

Il dono al Comune dell'hinterland. Gli alberi (aceri ricci, particolarmente attivi nel "mangiare" lo smog) piantati dal sindaco di Segrate il 27 febbraio

Trentatré alberi, uno per ogni anno di residenza a Segrate: è il dono (molto particolare) effettuato da un cittadino che ha voluto restare anonimo all'amministrazione segratese nel momento in cui ha deciso di trasferirsi a Milano. 

Si tratta di aceri ricci, alberi particolarmente indicati per la loro qualità "mangia smog". Il sindaco di Segrate Paolo Micheli e i tecnici comunali li hanno piantati la mattina del 27 febbraio nell'area gioco del Centroparco nella frazione di Lavanderie.

"E' un regalo molto apprezzato", ha commentato Micheli: "E' il segno che Segrate, nonostante sia formata da diversi quartieri e frazioni, è una comunità, ed esiste l'orgoglio di essere segratese. La nostra città lascia sempre ottimi ricordi, lo capisco anche dai messaggi che ricevo da chi ha dovuto spostarsi per motivi di famiglia o di lavoro".

Infine un pensiero a questo ex concittadino: "Lo ringrazio, anche per il tipo di regalo che ha scelto. Gli alberi, infatti, sono il nostro passato, presente e futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si trasferisce a Milano e fa un regalo d'addio a Segrate: 33 alberi, uno per ogni anno di residenza

MilanoToday è in caricamento