rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Segrate Segrate

Segrate, le richieste del Comitato per il Golfo agricolo

L'anno scorso il Comitato aveva raccolto 3 mila firme per chiedere al Comune di non edificare nell'area del Golfo agricolo, ma la petizione è approdata in Consiglio comunale solo nelle scorse settimane. La richiesta è stata respinta anche se non è stata raggiunta la quota di sicurezza

Sono 3mila i cittadini di Segrate che hanno firmato la petizione contro l’avanzata del cemento sul Golfo agricolo, area attualmente dedicata all’agricoltura che rischia di essere trasformata in zona residenziale con appartamenti e un campo da golf. La richiesta, approdata in Consiglio comunale nelle scorse settimane, è stata respinta. Tuttavia i voti contrari non hanno raggiunto la quota di sicurezza di 16 su 31. La battaglia, quindi continua.

"UN ASSALTO CONTINUO" - Il portavoce del comitato per la salvaguardia del Golfo, Stefano Volante, dichiara a Il giorno: “È un assalto continuo all’unica area agricola rimasta sul territorio. Alcuni lotti soni già stati resi edificabili (come ad esempio la Vecchia Olghia) e l’unico risultato visibile sono dei cantieri aperti da anni e mai conclusi. Fino a una decina di anni fa, il golfo era coltivato. Poi, quando i contratti di affitto sono scaduti, i proprietari dei terreni non li hanno rinnovati nella speranza di convincere il Comune a rendere l’area edificabile. A quei tempi, infatti, era in vigore una legge che consentiva più facilmente il cambio di destinazione d’uso dei terreni agricoli lasciati incolti”.

Visto che i terreni del Golfo verranno inseriti all’interno del Pgt, il Comitato ha avanzato due proposte: il recupero delle colture di mais oppure la realizzazione di un Parco locale sovracomunale tra Segrate, Vimodrone e Milano. Inizialmente il Comune aveva ipotizzato degli interventi edilizi pari al 10 per cento della superficie dei terreni, ma in fare di stesura del Pgt, la quota è già salita al 30 per cento. “Non sono dati reali - aggiunge Volante - perché oltre a quelle percentuali destinate alle case bisogna considerare che ci saranno strade, parcheggi e servizi che eroderanno altro verde”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segrate, le richieste del Comitato per il Golfo agricolo

MilanoToday è in caricamento