rotate-mobile
Sesto San Giovanni

A Sesto San Giovanni basta pubblicità che discrimina

La giunta di Sesto San Giovanni ha approvato in consiglio comunale una delibera che vieta, all'interno del territorio, pubblicità con significanti degradanti e discriminatori

E' stata approvata il 2 aprile una delibera che frena le pubblicità lesivie della dignità di genere. A Sesto San Giovanni, quindi, attraverso il mondo della pubblicità non si discrimina più. 

"Viviamo - ha dichiarato l'assessore alle pari opportunità Rita Innoncenti - in un mondo nel quale la comunicazione pervade ogni aspetto della vita quotidiana. La pubblicità e il sistema dell'informazione hanno, quindi, un ruolo fondamentale nella costruzione della cultura di una comunità". Con queste parole comincia dunque un nuovo modo di propagnadare messaggi che, seppur commerciali, sono capaci perfettamente di entrare nella cultura dell'individuo segnandola profondamente.

"Un'educazione all'immagine - continua l'assessore - per tornare ad essere liberi da ogni stereotipo o atto discriminatorio". Con questa scelta, l'amministrazione di Sesto San Giovanni aderisce alla risoluzione del 3 settembre 2008 del parlamento europeo e si impegna a vigilare affinché nessun materiale collegato o patrocinato dal comune contenga messaggi avvilenti per la dignità di uomini e donne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sesto San Giovanni basta pubblicità che discrimina

MilanoToday è in caricamento