Sesto San Giovanni

Nei parchi della città il presidio delle GEV

Le guardie ecologiche del parco Media Valle del Lambro collaborano da mercoledì 14 ottobre con la polizia locale di Sesto San Giovanni

“Considerate le competenze che abbiamo acquisito al Parco Media Valle del Lambro nel controllo delle aree verdi, ci è sembrato utile collaborare con la polizia locale di Sesto San Giovanni anche per i parchi della città. Devo dire che, da parte del comando di polizia locale, abbiamo trovato un ottimo riscontro e una grande disponibilità”. Con queste parole il coordinatore delle guardie ecologiche bolontarie del parco Media Valle Lambro Matteo Arrigoni ha spiegato la nascita della collaborazione tra gli “uomini in verde” e i ghisa sestesi che è partita ufficialmente nella mattinata di mercoledì 14 ottobre al parco di villa Zorn.

Le 18 guardie ecologiche avranno il compito di supportare la polizia locale nel controllo e presidio di quattro tra le più grandi aree verdi della città: parco Gramsci, giardini di Spazioarte, parco Marx e parco di villa Zorn. Durante le prime settimane di servizio le GEV affiancheranno gli agenti di PL, per poi agire in autonomia, con il compito di segnalare eventuali criticità o atteggiamenti scorretti nell’uso dei parchi. Le GEV – come già l’associazione carabinieri, che svolge un servizio analogo per le vie della città – avranno un collegamento diretto con la centrale operativa della Polizia Locale per le segnalazioni.

“Abbiamo cercato di valorizzare al massimo la loro disponibilità – ha commentato l’assessore alla polizia locale Alessandro Piano – pensando ad utilizzare al meglio le competenze che le guardie ecologiche volontarie hanno acquisito al parco Media Valle del Lambro. L’iniziale periodo di affiancamento con gli agenti servirà a far conoscere ai cittadini il nuovo servizio e ad instaurare contatti amichevoli e positivi”.

“Il presidio delle GEV nei parchi cittadini – ha commentato l’assessore all’ambiente Elena Iannizzi – può rappresentare un’ottima integrazione all’operato del servizio di pulizia e piccola manutenzione. Una segnalazione tempestiva dei problemi può aiutare a risolverli più velocemente e con meno spesa”.

“Ringrazio le GEV e la polizia locale – ha concluso il sindaco Monica Chittò – per la reciproca disponibilità dimostrata. La voglia di un numero sempre maggiore di cittadini e associazioni a prendersi cura del bene pubblico rappresenta un messaggio positivo e confortante che chi amministra una comunità ha il dovere di sottolineare e promuovere con forza”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nei parchi della città il presidio delle GEV

MilanoToday è in caricamento