menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fratelli d'Italia, polemica: "Coperte subito scritte contro Penati"

Alberto Velati, segretario di Fratelli d'Italia nella sezione di Sesto San Giovanni, parla di due mesi e due misure in relazione ad alcune scritte oltraggiose contro Filippo Penati citandone altre passate nei confronti di Silvio Berlusconi

La scritta contro l'ex sindaco Filippo Penati comparsa nel comune di Sesto San Giovanni ha provocato opinioni contrapposte. Se il Partito Democratico ha dimostrato indignazione ed affermato come fosse scandaloso un atto del genere, Fratelli d'Italia - condannando ugualmente il gesto - ha fatto notare che, per alcune scritte passate, che oltraggiavano Silvio Berlusconi, nessuno mosse un dito. 

"A Sesto San Giovanni compare una scritta contro l’ex sindaco Penati - scrive nel comunicato Alberto Velati - e naturalmente si associa immediatamente la scritta contro Penati ad una parte politica ben precisa, e partono subito dal Pd e dai media i comunicati con condanne (giuste) per il gesto, parte poi anche l’imbianchino per coprire la grave offesa. Ricordo (foto alla mano) che mesi fa a Sesto San Giovanni scritte a decine comparivano sui muri insultando l’allora Presidente del Consiglio, senza che per questo il Pd si strappasse le vesti o producesse comunicati, anzi. Qualcuno disse di conoscere l’autore, ma era solo un signore un poco originale. Risultato, le scritte rimasero in bella mostra senza essere coperte per mesi. Poi mi si parla di due pesi e due misure". 

"Vorrei - continua il rappresentante di Fratelli d'Italia - che il Pd sestese si occupasse meno di cosa riportano le scritte sui muri, ma ricordasse all’amministrazione comunale che la tutela del decoro della città è compito del comune“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento