Lunedì, 25 Ottobre 2021
Sesto San Giovanni Sesto San Giovanni

Tre giallisti firmano per le biblioteche lombarde

I tagli alle strutture della regione non piace a diverse realtà comunali, cittadini e non solo stanno firmando la petizione per bloccare questa decisione

Anche i “giallisti” Maurizio De Giovanni, Marco Vichi e Piero Colaprico hanno firmato la petizione on line “Per una biblioteca di qualità: ci metto la firma!”, l’appello per mantenere i contributi regionali e provinciali dedicati alle biblioteche lombarde che pochi giorni fa ha coinvolto anche il sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò.

La petizione, lanciata dal CSBNO - Consorzio Sistema Bibliotecario di Nord Ovest, si è resa necessaria dopo che la Provincia di Milano ha deciso di tagliare i fondi del 2013 e 2014 del CSBNO (pari a 120.000 euro), oltre a trattenere per sé il 73% dei finanziamenti erogati dalla Regione alla provincia perché questa li destinasse al sistema bibliotecario.

A fronte di questi tagli, peraltro retroattivi, i servizi del sistema bibliotecario (tra gli altri il prestito interbibliotecario gratuito di libri e audiovisivi, catalogo on line con possibilità di prenotazione, accesso gratuito alla MediaLibrary on line) sono fortemente a rischio, depotenziando così l’offerta culturale diffusa sul territorio lombardo.

Oltre a chiedere il ripristino dei finanziamenti, la petizione invita all’apertura di un tavolo di discussione con la Regione per verificare l’effettiva erogazione dei finanziamenti regionali da parte delle provincie lombarde, individuare soluzioni urgenti per i sistemi bibliotecari penalizzati, introdurre dal 2014 un sistema di erogazione delle risorse che ne garantisca l’effettivo impiego e fornire un sostegno finanziario straordinario per i sistemi bibliotecari che avviano progetti innovativi di gestione, razionalizzazione della spesa e riorganizzazione territoriale.

E’ possibile firmare la petizione sul sito www.petizioni24.com/ci_metto_la_firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre giallisti firmano per le biblioteche lombarde

MilanoToday è in caricamento