Lunedì, 14 Giugno 2021
Sesto San Giovanni Via Roma

Sistema Sesto: archiviato tutto il fascicolo. Penati: «Accuse infondate e prive di riscontri»

L'ex presidente della Provincia di Milano: «Con questa archiviazione si mette anche la parola fine alle accuse sulla vicenda della compravendita delle azioni Serravalle»

Filippo Penati

Sono state archiviate tutte le accuse contenute nel fascicolo sul cosiddetto Sistema Sesto, vicenda giudiziaria che si abbatté sulla città a Nord di Milano nel 2011 e, in particolar modo, su Filippo Penati, ex sindaco di Sesto ed ex presidente della provincia di Milano.

«Dopo sei anni di indagini e un lungo processo finito con l'assoluzione del dicembre 2015 con formula piena da parte del Tribunale di Monza che in sentenza ha anche censurato l'operato dei pm Mapelli e Macchia — commenta Filippo Penati — finalmente ora la stessa Procura ammette che le accuse di corruzione e finanziamento illecito al partito erano infondate in quanto non ha trovato riscontri. Con questa archiviazione si mette anche la parola fine alle accuse sulla vicenda della compravendita delle azioni Serravalle, iniziata 11 anni fa e già  arrivata ad assoluzione da parte della  Corte dei Conti. Quello che ho sempre sostenuto è stato confermato: il processo a mio carico non si doveva fare perché basato solo su dichiarazioni senza una prova. Ora la Procura stessa definisce le accuse di Piero Di Caterina "prive di riscontri"»

In totale erano 39 i nomi degli indagati scritti nel fascicolo del «Sistema Sesto». Walterm Mapelli e Francesca Macchia, i Pm di Monza, hanno precisato che l'archiviazione delle ipotesi di reato è stata chiesa per «infondatezza della notizia di reato e per insufficienza degli elementi raccolti a sostenere l’accusa in giudizio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sistema Sesto: archiviato tutto il fascicolo. Penati: «Accuse infondate e prive di riscontri»

MilanoToday è in caricamento