menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

M5S: il nome Falck non è più di moda

I grillini di Sesto San Giovanni attaccano nuovamente il progetto della Città della Salute

Il MoVimento 5 Stelle definisce superfluo il progetto della Città della Salute che dovrebbe nascere a Sesto San Giovanni. Di seguito il comunicato stampa che espone il punto di vista dei grillini:

"Mentre non si perde occasione per ricorrere alla storia come maestra di vita per non incorrere più negli errori che tanto sono costati, ecco che la città di Sesto San Giovanni è pronta a rinnegare una parte significativa del suo passato legato alle Acciaierie Ferriere Lombarde Falck che, per quasi un secolo, hanno costituito, unitamente ad altre prestigiose aziende, il vanto proprio della città operaia che offriva lavoro e certezza per il futuro. Già perché la denominazione di Aree ex Falck mal si addice all’ambizioso, costoso e superfluo progetto della così detta Città della Salute o meglio al circolo vizioso che si innescherà con la realizzazione dello scellerato spreco delle inesistenti risorse pubbliche. Infatti nel nome della Città della Salute, il territorio di Sesto San Giovanni sarà ancora più consumato per il compimento del vero affare correlato al polo sanitario che di fatto è da intendere come specchietto per allodole dal momento che la sua esecuzione sarà sinonimo di area bonificata e quindi volano per l’edificazione di nuove volumetrie residenziali che potranno facilmente essere proposte con lo slogan “Vivere nella città della salute !!!”.  Ecco la quintessenza dell’ipocrisia: ma come, forse che sulle aree occupate sino a qualche decennio fa da un complesso siderurgico di rilevanza europea crescevano rose e fiori? Certo che no, ma che importa? Oramai siamo diventati impermeabili: non c’è fatto o notizia che, dopo un attimo di sbigottimento, lasci traccia e provochi perplessità: ci siamo abituati a subire, a prendere tutto per buono. Non abbiamo più coscienza critica.  I partiti mutano i simboli ma le loro pratiche politiche rimangono sempre quelle, ad esempio alzano i valori limite delle polveri sottili ma la qualità dell’aria non migliora.  Anche Sesto San Giovanni, cambiando il nome delle aree ex Falck, avrà dato darà il suo contributo per la bonifica di gran parte del proprio territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento