menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sesto propone più case per tutti. La regione Lombardia dice no

L'osservatorio casa del comune di Sesto San Giovanni aveva proposto di assegnare più case agli sfrattati. La regione ha però deciso di respingere la richiesta

Il comune di Sesto San Giovanni, per venire incontro all'esigenza abitativa che vede protagonista tanti cittadini non in grado di poter esercitare il diritto alla casa, aveva deciso di tamponare l'emergenza proponendo una deroga alle graduatorie di assegnazione. Così si sarebbe verificata la possibilità di occupare almeno il 40 % delle case disponibili, di cui il 10% alle famiglie di nuova formazione.

Un'idea utile che perà la regione Lombardia ha respinto. "Sgombro subito il campo da eventuali polemiche e preciso che non si tratta di uno sgarbo al Comune di Sesto San Giovanni - ha dichiarato alla stampa Paola Bulbarelli, assessore regionale alla casa, housing sociale e pari opportunità -. Si tratta piuttosto della pratica attuazione del nostro nuovo modo di operare”.

"Per non privare quelle famiglie che sono da tempo in graduatoria e attendono l’assegnazione di un appartamento - ha continuato l'assessore - Soprattutto se si considera che proprio il comune di Sesto ha pubblicato il suo elenco, con oltre mille nuclei aventi diritto, non più tardi della fine di giugno. L’accoglimento della deroga, in questo caso, apparirebbe quantomeno illogico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento