Sesto San Giovanni Via Luigi Granelli

«Arci non ha mai pagato le bollette elettriche del Carroponte»

Il Comune di Sesto lamenta 269 mila euro di bollette non pagate

Lo spazio del Carroponte

269 mila euro. E' la bolletta che il Comune di Sesto San Giovanni non ha mai chiesto di pagare ad Arci, gestore del Carroponte, per saldare l'energia elettrica. Lo ha "scoperto" Antonio Lamiranda, assessore all'urbanistica nella nuova giunta di centrodestra. Secondo la convenzione stipulata con Arci per la gestione dello spazio, al Comune spetta pagare le bollette ma poi queste andrebbero rendicontate per i rimborsi.

Ma, secondo Lamiranda, l'unica richiesta in tal senso è partita ai primi di luglio, cioè dopo il ballottaggio che ha decretato la vittoria del forzista Roberto Di Stefano sulla dem Monica Chittò. E Lamiranda lascia presagire che potrebbe anche ricorrere alla Corte dei Conti per chiedere la "condanna" della vecchia amministrazione.

E nella vicenda si inserisce anche Alessandro Piano, candidato sindaco della Lista Popolare X Sesto ed ex assessore al demanio: come tale, Piano si accorse della mancata riscossione (da sempre, cioè dal 2010 quando la struttura fu aperta e affidata in convenzione ad Arci) delle bollette elettriche. Non era di sua stretta competenza, ma chiese ai colleghi assessori al bilancio e alle politiche giovanili di occuparsi delle bollette del Carroponte, del Mage, dello Spazio Mil e di Spazio Arte. 

Il fatto non sarebbe, quindi, soltanto riferito al Carroponte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Arci non ha mai pagato le bollette elettriche del Carroponte»

MilanoToday è in caricamento