menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sesto San Giovanni: servizi in borghese della polizia locale

Riprendono, dopo la pausa estiva, i controlli degli agenti in borghese. Obiettivo principale: l'abusivismo commerciale

Riprendono, dopo la pausa estiva, i servizi in borghese della Polizia Locale di Sesto San Giovanni. Obiettivi principali saranno il contrasto all’abusivismo commerciale nei mercati cittadini e alle fermate della metropolitana, un servizio che nei sei mesi a cavallo tra il 2012 e il 2013 ha portato ad effettuare 36 sequestri di merci contraffatte.

Tra i compiti degli agenti in borghese, che si muoveranno a bordo di un auto senza contrassegni, ci saranno anche l’attività di contrasto alle discariche abusive di rifiuti e il controllo nei giardini pubblici e nelle vie della città per far rispettare il regolamento sulla rimozione delle deiezioni canine. Anche in questo caso, si tratta di un servizio che riprende quello effettuato nei mesi primaverili ed estivi e che ha portato ad elevare una decina di contravvenzioni.

“I servizi in borghese – ha dichiarato il vicesindaco Claudio Zucchi – sono utili per garantire il rispetto delle norme sul commercio e, di conseguenza, per garantire chi lavora onestamente. Riguardo la raccolta delle deiezioni canine, ricordo sempre che il nostro scopo principale non è fare le multe, ma stimolare tutti ad una corretta convivenza tra animali domestici e cittadini. I cani, infatti, possono giocare e correre senza guinzaglio nelle aree appositamente create, ma anche qui è obbligatorio raccoglierne le deiezioni”.

A breve riprenderà anche l’utilizzo dell’autovelox sulle vie più ampie e nelle quali è più facile eccedere nella velocità come, ad esempio, le vie Marx e Grandi e i viali Italia ed Edison. Come in passato, la presenza dell’autovelox sarà adeguatamente segnalata.

“Anche in questo caso – ha concluso Zucchi – la multa è l’ultima delle nostre preoccupazioni. Pubblicizzando adeguatamente la presenza dell’autovelox vogliamo, infatti, ricordare che il rispetto dei limiti di velocità è, prima di tutto, una questione di sicurezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento