Sesto San GiovanniToday

M5S: "Inceneritore di Sesto, chi ha sbagliato paghi!"

I grillini di Sesto San Giovanni si scagliano contro il CoRe (consorzio recupero energetici) colpevole di aver speso decina di migliaia di euro di soldi pubblici per pagare i proprio ricorsi

La maxi multa arrivata a Marco Cipriano, amministratore unico del CoRe, il consorzio recupero energetico che altro non è che una società per azioni costituita dai comuni di Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Pioltello, Segrate e Cormano, indispettisce da tempo il MoVimento 5 Stelle di Sesto che ha deciso di inviare una nota ufficiale indirizzata alla propria amministrazione locale. Si tratta, tornando alla multa, di una sanzione pari ad una cifra di 8,5 milioni di euro inflitta dal consiglio di stato. 

"Cipriano - affermano i grillini - scorda  che CoRE è una società dei comuni e quindi fino a prova contraria dei cittadini. Caro Cipriano dove pensa che siano stati presi i soldi per costituire il consorzio? Non ci risulta che alcun amministratore comunale che abbia messo i soldi di tasca propria e abbia fatto un regalo ai cittadini per bruciare i rifiuti. Sono soldi nostri che il CoRe tramite i suoi funzionari ha amministrato male e non è finita: oltre alla multa di oltre otto milioni ci tocca pagare gli avvocati e consulenti continuando lo sperpero dei nostri soldi." 

Decine di migliaia di euro, quindi, di soldi pubblici per pagare i ricorsi del CoRe. "L’unica verità assodata - dicono i pentastellati - é che mentre i responsabili continuano ad accrescere i propri guadagni e i propri incarichi, noi cittadini di Sesto, che già paghiamo la presenza dell’inceneritore con la nostra salute, rischiamo sempre più di essere anche più poveri di 3 milioni e mezzo di euro, prelevati a tutti noi attraverso tasse inique e ingiuste.  

Il MoVimento 5 Stelle richiede quindi direttamente al primo cittadino sestese Monica Chittò “i nomi di chi ha sbagliato a chiedere i contributi CIP6 che non ci spettavano, chi ha percepito consulenze per indurci in errore, chi non ha fatto bene il proprio lavoro per evitare che questa situazione comporti un buco come quello delle farmacie comunali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento