rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sesto San Giovanni Sesto San Giovanni / Via Tonale

La madre muore in casa: la figlia la veglia e poi si uccide

La madre deceduta per una caduta, la figlia a causa di un gesto volontario. Il diario: "Mi sento persa"

Maria Domenica Grizzuti e Cristina Straziola sono state trovate senza vita. L'appartamento in cui madre e figlia hanno trovato la morte, in via Tonale a Sesto San Giovanni, non era solo la loro casa, ma il luogo in cui le due donne si erano quasi auto isolate, ed in cui vivevano da sempre, soltanto loro due: il padre se n'era andato prima che la figlia nascesse. Poche parole con i vicini di casa, poche uscite, una vita insieme. Trovate perché alcuni conoscenti, chiamandole al telefono per gli auguri di Natale, non avevano ricevuto risposta. E avevano avvertito i soccorsi.

Quando i vigili del fuoco sono entrati in casa, con l'autoscala, hanno trovato Maria Domenica, 71 anni, supina sul pavimento, senza vita, con alcune coperte sopra. E poi la figlia Cristina, 48 anni, impiccata alla maniglia di una porta. E i tre cani con cui le donne vivevano, anche loro morti. Una scena assolutamente straziante. La procura di Monza, come da prassi, ha disposto l'autopsia su entrambe, ma i dubbi paiono pochi.

I carabinieri di Sesto, intervenuti con i pompieri, hanno proceduto ad una ricognizione in casa, trovando un diario scritto dalla figlia, una specie di resoconto degli ultimi giorni di vita, con le volontà testamentarie. Vi si legge tra l'altro che la madre, non in buona salute, sarebbe morta intorno a metà dicembre a causa di una caduta. E la figlia si sarebbe sentita persa, senza il suo unico punto di riferimento. Sembra che non avesse un fidanzato né un lavoro. Ma le stesse persone che vivono nel palazzo e nel quartiere, e che pure le vedevano di tanto in tanto, non sapevano molto di quelle due donne così riservate.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (servizio attivo tutti i giorni dalle 10 alle 24) oppure puoi metterti in contatto con loro attraverso la chat di Whatsapp al numero 345 036 1628 (servizio attivo tutti i giorni dalle 18 alle 21). Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero 06 77208977 (costi da piani tariffari del tuo operatore), un servizio attivo tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre muore in casa: la figlia la veglia e poi si uccide

MilanoToday è in caricamento