menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale San Carlo di Milano dove la donna è ricoverata

L'ospedale San Carlo di Milano dove la donna è ricoverata

La donna accoltellata dal marito sta bene

"Grazie di avermi salvato la vita" sono queste le parole che Anna Navarra ha rivolto al figlio. Il ragazzo, infatti, è stato il primo ad intervenire e dare l'allarme al momento dell'aggressione

Fortunatamente Anna Navarra, la 49enne di Mozzate, che sabato 25 aprile è stata accoltellata da suo marito Gianni Carpentone parrucchiere di Sesto San Giovanni, sta bene e non è minimamente in pericolo di vita. La donna, appena ha riaperto gli occhi all'ospedale San Carlo di Milano, dove è ricoverata, ha incrociato lo sguardo di suo figlio ed ha affermato: "grazie di avermi salvato la vita, meno male che c'eri tu".

La dinamica dell'episodio ha visto, infatti, degenerare un litigio domestico in un tentativo di uccisione del marito nei confronti della coniuge. Il marito, dopo il folle gesto, ha tentato anche di suicidarsi. Le sue condizioni sono ancora riservate. 

Il figlio della coppia, Loris Carpentone è un ragazzo di 20 anni che, insieme alla sorella minorenne, ha assistito alla scena. "Sto ringraziando con tutto il  cuore il Signore - scrive sulla sua pagina facebook - che abbia fatto in modo che in quel momento ero in casa e di essere riuscito a salvare la vita di mia madre. Ringrazio veramente di cuore tutte le persone che ci sono vicine in questo momento e che si sono resi disponibili in tutto!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento