Sesto San GiovanniToday

Movimento 5 Stelle: "Bergamella, a perdere i cittadini"

Il Movimento 5 Stelle, attraverso un comunicato stampa, commenta il consiglio comunale del 17 giugno dove si è discusso dell'edificabilità dell'area Bergamella nel quartiere Cascina Gatti di Sesto San Giovanni

Lunedì 17 giugno si è tenuto un consiglio comunale a Sesto San Giovanni richiesto dalla minoranza. Si è discusso dell'area Bergamella nel quartiere Cascina Gatti e della possibilità di costruire in quella zona. Presente anche il "Comitato Cascina Gatti" che da tempo chiede la revisione del progetto e un incontro con l'amministrazione. Il Movimento 5 Stelle, attraverso un comunicato stampa, manifesta il suo punto di vista:

"Durante il Consiglio Comunale - inizia il comunicato . c’erano tanti abitanti del quartiere. Quartiere che è noto non si è mai schierato politicamente in antitesi alla maggioranza. Eppure per potersi fare ascoltare una volta per tutte e farsi dare delle risposte definitive ha dovuto rivolgersi a chi non ha raccolto neanche un voto da loro. Chi avrebbe dovuto rappresentare le loro istanze è stato sordo. Ed è stato sordo sin dall’inizio, perchè il comitato ha iniziato ad operare nel 2011, da quando cioè è stata approvata la Variante al Piano. È bene sottolineare una volta per tutte che il comitato non si è mai opposto al progetto in se. Si è però opposto nel momento in cui con la variante approvata nel 2011, si sono visti snaturare tutto il loro quartiere. Le nuove costruzioni non si adatteranno armonicamente al costruito, ma andranno a modificare completamente tutto, senza tener minimamente conto del contesto".

"Siccome questi cittadini - continuano i grillini - hanno avuto l’ardire di mettersi in contrapposizione con la grande, forte e responsabile Amministrazione, che tutto può e tutto fa e non rivede mai le proprie posizioni, perchè chi rivede e si ravvede dimostra di essere debole e politicamente vulnerabile, sono stati per l’ennesima volta presi in giro. E’ stato triste uscire dall’aula al termine del Consiglio, perchè chi ha perso alla fin fine non siamo stati noi del MoVimento 5 Stelle, così come nessun’altra forza politica di opposizione. Chi ha perso sono i cittadini che si sono riuniti e hanno dato vita al Comitato Cascina Gatti, i quali nonostante la serietà con la quale hanno portato avanti in tutti questi anni le loro istanze, non sono stati ancora una volta ascoltati.L’amministrazione Comunale ha perso l’occasione di dare loro un riscontro, di farli sentire parte del tessuto sociale attivo di questa città. Gli ordini del giorno, citati nel comunicato congiunto della maggioranza, bocciati senza ritegno alcuno, non erano altro che la richiesta di un impegno da parte della Giunta di provare a rivedere il progetto. Di provare a pensare che al di fuori del palazzo qualcuno ha un’altra visione delle cose. Alla minoranza, che ha provato a farsi portavoce di queste istanze, ma che è stata sbeffeggiata e insultata per tutto il tempo, per 6 ore e mezza tanto è durato il confronto in consiglio comunale, alla fine è stato detto che nonostante tutto nessuna delle proposte sarebbero state accolte dalla Giunta e dalla maggioranza, perchè loro non potevano accettare che la minoranza potesse mettere “il cappello politico” su tutta l’operazione. Peccato che sugli ordini del giorno ci fosse scritto: “il Consiglio Comunale impegna la Giunta”. Il Consiglio Comunale è composto da tutte le forze elette alle ultime amministrative, non solo dalla minoranza. Con questo modo scellerato di agire, non si fa altro che allontanare la gente dalla politica. Non si fa altro che aumentare il baratro esistente tra chi amministra e chi vive sulla propria pelle la città. Bisogna tenere duro. Incassare e andare avanti. Partecipazione vuol dire confronto aperto e disponibile. Vuol dire accettazione e accoglienza. Tutte belle parole che si svotano laddove non c’è l’interesse a realizzarle seriamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento