menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'uomo è ora in carcere (Repertorio)

L'uomo è ora in carcere (Repertorio)

Latitante si lacera i polpastrelli ma i carabinieri lo identificano comunque

Troppo pochi strati di pelle "eliminati": l'uomo è in carcere

Si è "scarnificato" i polpastrelli per cercare di evitare di essere identificato nel caso in cui fosse stato fermato dalle forze dell'ordine. Ma non è stato sufficiente. Nei guai un peruviano latitante, ricercato per una serie di furti e rapine e arrestato in un appartamento di Sesto San Giovanni, dove viveva insieme ad un connazionale.

L'uomo ha fornito false generalità ed è stato portato in caserma: era fiducioso che il suo trucco funzionasse ad evitargli l'identificazione con le impronte digitali, ma non è stato così. Evidentemente aveva eliminato solo i primissimi strati di pelle. I macchinari hanno quindi dato il responso: si trattava di un ricercato. 

Secondo quanto viene spiegato, infatti, il gip di Roma ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi riguardi, per furti e rapine commesse nella Stazione Termini ai danni di passeggeri in arrivo o in partenza. In alcuni casi si sono verificate anche aggressioni. Così l'uomo è stato portato nel carcere di Monza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento