menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monica Chittò, accordo Città della Salute: "una prima pietra"

Il sindaco di Sesto San Giovanni scrive una lunga lettera nella quale esprima il suo punto di vista sulla Città della Salute

Di seguito la lettera, pubblicata sulla propria pagina facebook, del sindaco Monica Chittò che esprime la sua opinione sulla Città della Salute che sorgerà a Sesto San Giovanni.

"Care amiche, cari amici,
scrivo queste brevi note poco dopo che il nostro Consiglio Comunale ha approvato l'accordo di programma sulla Città della Salute e della Ricerca fra Comune di Sesto San Giovanni, Regione Lombardia, Infrastrutture Lombarde, Istituto dei Tumori, Istituto Besta e Ministero della Sanità.
 Si tratta di un'intesa importantissima, che segue la prima di gennaio con l'operatore privato e con Regione Lombardia e si accompagna alla convenzione che renderà concretamente disponibile l'area sulla quale far sorgere la struttura sanitaria e di cura: in concreto, sarà possibile per Infrastrutture Lombarde bandire la gara per la progettazione e la realizzazione dell'opera, ed inizieranno i lavori di bonifica.
Fin qui la cronaca, inevitabilmente un po' fredda, ma dietro queste notizie ci stanno lavoro di mesi, contatti, riunioni, stesura di documenti, idee, progetti. E, soprattutto, passione, ansie, magoni, preoccupazioni, ma anche sorrisi e gioia, quando si veniva a capo di un problema tecnico o quando un nodo politico veniva sciolto. Passione, perchè questo progetto è una scelta di ragione ma anche di cuore: c'è l'idea e la voglia di far ripartire una città, di provare in tempi grigi e complicati a progettare un po' di futuro.
 
Ed è su questo, credo, che abbiamo portato le energie migliori del nostro Comune a spendersi, e qui le ringrazio tutte insieme, che abbiamo fatto dialogare mondi diversi, che abbiamo superato resistenze burocratiche apparentemente incredibili.
Tutto fatto? Certamente no, messa simbolicamente la prima pietra bisogna andare avanti con il resto dell'edificio, cioè occorre presidiare il progetto, seguire le tappe urbanistiche, scientifiche, culturali, amministrative. Non a caso ho parlato di tappe culturali, perchè questa scelta è una scommessa anche di cultura, di visione della città, di sviluppo sostenibile, di nuova concezione della sanità pubblica. Andremo avanti con la stessa determinazione con la quale in questi quattordici mesi siamo stati in campo, conquistandoci il rispetto di tutti gli interlocutori, venendo trattati alla pari, come si conviene ad una città con la nostra storia. Questo è però il momento della gioia: nell'augurare a tutte e a tutti buone vacanze, vi stringo in un abbraccio collettivo,
 Monica Chittò".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento