menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Gennaro Staffelli, padre dell'inviato di Striscia. Il "come la va'" nacque da lui

A tre anni dalla scomparsa del fratello, un altro lutto in casa Staffelli

Si è spento nelle scorse ore, a 82 anni, Gennaro Staffelli, padre dell'inviato milanese di Striscia Valerio. Un altro grave lutto per il personaggio televisivo che, solo 3 anni fa, perse a soli 51 anni il fratello. 

Staffelli ha dedicato al padre un commosso ritratto. "Detto “Ciccio” di origini napoletane classe 1938, commerciante, il più bravo che io abbia mai conosciuto, era un maestro nell’arte della vendita, ironico, sensibile un uomo generoso, buono e molto simpatico, ironico come molti napoletani sanno essere", ha scritto Staffelli, che ha sempre vissuto a Sesto San Giovanni.

"Pensate che ci ha fatto sorridere ed ha cantato sino al giorno prima per rallegrarci, perché sentiva che oramai il tempo era finito. Mi ha insegnato molto il mio papà, quello che avete visto in tv in questi anni è frutto anche del suo savoir-faire", ricorda.

Poi un aneddoto legato al suo saluto più famoso: "Pensate ad esempio che il mio “come la va’...” che ripeto oramai da 24 anni durante Striscia la Notizia era il saluto che lui faceva ai suoi clienti. Grazie a lui ho potuto intraprendere la strada del mondo dello spettacolo, lavoravo nel suo negozio e poi facevo provini a destra e a manca, senza il sostegno di quello stipendio non ci sarei mai riuscito. Comunque ciao “Grande capo” mi mancherai ti voglio bene", ha concluso. 

Cresciuto a Sesto, Valerio Staffelli esordì nel mondo dello spettacolo alla fine degli anni Settanta in alcuni emittenti radio private milanesi, tra le quali Radio Capital e Radio Omega. Nel 2017 morì il fratello, Alessandro, a soli 51 anni. Era un odontoiatra molto apprezzato e impegnato in numerose cause umanitarie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento