Sesto San GiovanniToday

La candidatura all'Unesco di Sesto San Giovanni si mette in mostra

Il comune di Sesto San Giovanni sta provando da alcuni anni a diventare patrimonio dell'Unesco, per ora è nata una mostra

Sesto San Giovanni, la Manchester italiana per via delle sue fabbriche e della sua storia operaia, da qualche anno ha avanzato la candidatura per diventare patrimonio dell'Unesco. Non avrà il fascino dei grandi laghi canadesi, delle Dolomiti o delle foreste sconfinate dei Carpazi, ma la storia del comune a pochi passi da Milano è meritevole ugalmente, seppur per altri versi, di essere salvaguardata. 

Per questi motivi l'amministrazione sta portando avanti da alcuni anni la candidatura. Qualche cosa si sta movendo, anche se il processo per ottenere il riconoscimento è lungo e complicato. Per ora ci si accontenta di una mostra. Dal 2 maggio, infatti, presso lo spazio MIL di via Granelli 1, si potrà ammirare “16 no(n)i per l’Unesco”.

"A questo nome corrisponde un progetto - come spiega il comunicato dell'iniziativa - di promozione della candidatura della città come patrimonio dell'umanità, che ha visto negli ultimi mesi il coinvolgimento di tanti cittadini sestesi (nonni e nipoti, ex operai della città delle fabbriche e giovani studenti, artisti e ciclisti) in diverse azioni su tutto il territorio cittadino: dalla registrazione di un video musicale alla biciclettata invernale per i luoghi della candidatura, dalla partecipazione alla BIT di Milano alle visite guidate per gli studenti con l’accompagnamento di ex lavoratori, dalle videointerviste ai protagonisti del recente passato industriale per finire con le incursioni dei fotografi del Gruppo Fotoamatori Sestesi nelle aree dismesse e in quelle già recuperate e la caccia di richiami e contrapposizioni tra la vita in archivio e quella di oggi a cura dei videomaker di Ovideo ed EUMM"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra sarà aperta fino all'11 ottobre. Ingresso gratuito e orario di aperture - dal martedì al venerdì - dalle 10:00 alle 18:00. Verrà inaugurata, come scritto poc'anzi, il 2 maggio alle ore 18:00 attraverso un aperitivo un al quale parteciperanno il sindaco Monica Chittò e gli assessori alla Cultura, all’Urbanistica e all’Educazione Rita Innocenti, Edoardo Marini e Roberta Perego.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento