menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli ex occupanti dell'ex Impregilo non abbadonano la strada

Sono diversi giorni che gli "antagonisti" della struttura a Sesto San Giovanni hanno deciso di stazionare di fronte il palazzo che avevano occupato. Ora hanno chiesto al comune un bagno chimico (visto che dormono in strada), ma nessuno sembra avergli fornito risposta

Bisogna dargli atto: gli occupanti dell'ex Impregilo di Sesto San Giovanni avevano dato nuova luce a una struttura che cadeva a pezzi. Loro sono cittadini sestesi senza un'abitazione e, attraverso la loro azione, chiedevano un tetto dove vivere. Tutto giusto, se non fosse che il palazzo è di proprietà di privati e, quindi, ogni tipo di azione a scopo abitativo non può essere realizzata. Per questa ragione il motivo insindacabile dello sgombero.

Ciò nonostante la protesta non si ferma. Giusta o sbagliata che sia, il silenzio dell'amministrazione comunale su queste persone è assordante. Ultima una richiesta, proprio di questi ultimi giorni, degli ex occupanti che non ha mai avuto risposta. Gli "antagonisti", visto che continuano il loro sit in giorno e notte, chiedono al comune un bagno chimico.

"Sindaco Monica Chittò se il suo comune non ha soldi, il noleggio del bagno chimico lo paghiamo noi!" dicono con sarcasmo passando davanti alla loro protesta no stop. "Sì ma quanto costa alla comunità avere sbirri li davanti giorno e notte, murare porte e finestre sicuramente molto di più di un bagno chimico..." si lamentano ancora alzando i toni della loro voce. Una voce che però l'amministrazione comunale fa di tutto per non sentire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento