menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monica Chittò, sentenza Eternit: "Inaccettabile"

Il sindaco di Sesto San Giovanni dichiara sdegno per la prescrizione del caso che ha coinvolto l'azienda piemontese. Nessun colpevole per gli oltre 3.000 morti provocati, in quella zona, dall'amianto

La sentenza con la quale la cassazione ha annullato la condanna a 18 anni di carcere per il capo azienda Eternit di Casale Monferrato per intervenuta prescrizione desta sdegno e allarme per una città come Sesto San Giovanni.

Il sindaco Monica Chittò dichiara, infatti, al riguardo: "Il rispetto della sentenza non cancella, anzi impone la necessità di cambiare la legislazione sull'amianto e sui reati ambientali, riconoscendo anzitutto un risarcimento economico alle vittime dell'amianto e rapportando i tempi di prescrizione a quelli con cui si manifesta la malattia, sennò non c'e' giustizia. Lo dico da sindaco di una città fortemente impegnata sul risanamento dell'ambiente e sul contrasto dei reati ambientali, con una storia importante di battaglie civili (che vede ancora lavoratori delle officine Breda impegnati in processi simili), sindacali e amministrative per tutelare le vittime dell'amianto nonché per un'azione decisa di rimozione dell'amianto e di bonifica ambientale. Piena solidarietà alle famiglie delle vittime e disponibili a un impegno comune."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento