Sesto San Giovanni

Protesta davanti al supermercato Il Gigante di Sesto: venerdì i dipendenti incroceranno le braccia

I sindacati: «Rivogliamo il nostro integrativo e poi vogliamo discutere del reale problema di questa azienda: l'organizzazione del lavoro»

Lavoratori del Il Gigante durante picchetto di protesta a Rozzano

Un sabato mattina di protesta davanti al supermercato Il Gigante di Sesto San Giovanni. Dalle 10 alle 12 lavoratori e rappresentanti sindacali hanno organizzato un picchetto di protesta per il mancato rinnovo del contratto integrativo. 

Nello specifico le parti sociali contestano la decisione dell'azienda di non voler più corrispondere in busta paga il premio aziendale, le pause retribuite e i ticket restaurant. Una scelta dettata dalla «necessità imprescindibile e non ulteriormente prorogabile nel tentativo di non pregiudicare gli attuali livelli occupazionali», si legge in una nota. 

«Con un fax l'azienda ha cancellato  40 anni di trattative, ora tocca a noi farci sentire — chiosa Mauro Martinelli, delegato sindacale Uil —. Rivogliamo il nostro integrativo e successivamente vogliamo discutere del reale problema di questa azienda, cioè l'organizzazione del lavoro».

La dimostrazione è andata in scena anche davanti al punto vendita di Rozzano. Non è l'ultima azione dei sindacati: venerdì 9 settembre le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil hanno dichiarato una giornata di  sciopero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta davanti al supermercato Il Gigante di Sesto: venerdì i dipendenti incroceranno le braccia

MilanoToday è in caricamento