Sesto San Giovanni

Sesto cambia volto: ecco i quattro progetti sulle ex aree Falck che cambieranno la città

I progetti sono stati approvati dal Municipio, ora saranno realizzati da MilanoSesto

La scuola Treno Laminato (Rendering)

Il comune di Sesto San Giovanni ha approvato altri quattro progetti di fattibilità tecnico-economica sulle aree Falck, si tratta del Parco Concordia, la scuola Treno Laminatoio, la Stazione di Ferrovie dello Stato e la piazza 1° Maggio oltre il parcheggio interrato in corrispondenza della stazione. I quattro progetti seguono i primi due – scuola Concordia e parco Unione – approvati ai primi di aprile. 

Il Parco Concordia, dall’estensione complessiva di oltre 63mila mq e dal costo superiore ai 3 milioni di euro, si sviluppa nella zona est della città e collegherà viale Italia all’ex altoforno T5. La scuola secondaria di primo grado Treno laminatoio sorgerà sotto le campate dell’ex treno laminatoio adiacente all’altoforno T3. Sviluppata su due piani, vedrà al piano terra la realizzazione della hall di ingresso, una parte delle aule, gli uffici del personale, la biblioteca, la mensa e la palestra. Al primo piano è prevista la realizzazione delle rimanenti aule per l’attività didattica e le attività integrative. Nelle aree esterne di pertinenza della scuola saranno realizzati campi sportivi e una pista di atletica. L’avvio dei lavori è previsto nell’ottobre 2018 e il costo complessivo supererà i 9,5 milioni di euro.

Approvato anche il progetto della Stazione a ponte ideata da Renzo Piano, che sorgerà al posto dell’attuale stazione FFSS di piazza 1° Maggio. La stazione sarà collocata a scavalco sopra i binari della ferrovia e collegherà due zone della città: la piazza attuale, che verrà ridisegnata, e la nuova piazza antistante la Città della Salute e della Ricerca. L’inizio dei lavori è previsto per giugno 2019. Ultima opera ad essere approvata è il parcheggio interrato di tre piani, per un totale di oltre 450 posti auto, posto in prossimità della nuova stazione a ponte, nelle aree in trasformazione. L’avvio dei lavori è previsto per giugno 2018. Il valore delle opere è di oltre 9 milioni di euro.

Ora la situazione passa nelle mani di Milanosesto — società che si sta occupando dello sviluppo immobiliare — che dovrà eseguire la gara d’appalto per individuare i progettisti per lo sviluppo dei livelli di dettaglio e per l’esecuzione delle opere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto cambia volto: ecco i quattro progetti sulle ex aree Falck che cambieranno la città

MilanoToday è in caricamento