menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le acciarie Falck che diedero il nome al quartiere "operaio"

Le acciarie Falck che diedero il nome al quartiere "operaio"

Villaggio Falck: i residenti vogliono la riqualifica

Lo storico quartiere di Sesto San Giovanni è in una situazione difficile. In passato si sono mossi in pochi, ottenendo scarsi risultati, ora i cittadini si sono associati chiedendo che la situazione possa essere risollevata

Il Villaggio Falck è quartiere storico di Sesto San Giovanni, nato negli anni industriali era luogo dove vivevano le famiglie e l'operai della "Stalingrado d'Italia" e, ancora oggi, è abitato. Rispetto al passato però la zona ha evidenti difficoltà. Per questa ragione i residenti si sono associati dando vita a "Noi del villaggio Falck".

"Le potenzialità che questo quartiere potrebbe avere - spiegano i residenti - sono molteplici se lo sguardo dell’amministrazione comunale di Sesto San Giovanni, si decidesse seriamente e attivamente a posarsi su di esso. Come il vicino  Villaggio Crespi di Crespi D’Adda, anche il Villaggio Falck potrebbe essere meta di curiosi turisti, locali e non, interessati alla vita operaia".

Le precedenti amministrazioni comunali di Sesto San Giovanni avevano garantito di utilizzare dei fonti per riqualificare la zona, ma poi le promesse non vennero mantenute.

"Parole parole parole - dichiarano in un comunicato i residenti del quartiere Angela Santamaria, Luisa Santamaria, Giancarlo Pace, Ilaria Nigro, Eva Losa,
Manuela Piantone, Luisella Fumagalli - soprattutto parole spese in tempi di campagna elettorale. Nell'ultimo paio di mesi sono state fatte 2 riunioni di quartiere, organizzate dai residenti del Villaggio Falck, il cui scopo è stato quello di sensibilizzare il comune di Sesto San Giovanni sulle problematiche di questo quartiere-gioiello, da troppo tempo ignorato ed in stato d’abbandono".

Il prossimo passo di questa storia è fissato per il 3 luglio. Quando ci sarà un'assemblea con il sindaco Monica Chittò. La speranza è che questa volta qualcosa possa veramente cambiare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento