Giovedì, 17 Giugno 2021
Sesto San Giovanni Via Carlo Marx

Spari vaganti a Sesto

L'altro giorno tra via Marx e via Livorno sono stati esposi due spari di pistola senza nessun obbiettivo particolare: nessun ferito per fortuna, ma tanta paura

L'altra mattina nel quartiere di Cascina Gatti a Sesto sono stati esplosi due colpi di pistola, per fortuna a vuoto, tra via Livorno e via Marx. Appena passata la paura dopo il ruomore, Antonio Astone, proprietario del bar Livorno, è uscito in strada ed ha pensato che dal palazzo di sopra avessero lanciato dei sassi. Ma poi ha visto una scalfittura nel montante in ferro della tenda da sole del suo locale. Subito è partita la chiamata agli agenti della polizia e della scientifica di Milano.

L’ogiva di un proiettile è stata poi recuperata in direzione del bar dagli agenti delle forze dell’ordine. Mentre del secondo non c’era alcuna traccia, anche se alcuni passanti asseriscono d’aver sentito del rumore metallico vicino alle grate di ferro sul marciapiede in via Marx. Antonio e Gigliola, gestori del bar, affermano con assoluta sicurezza che nessuno può aver preso di mira il loro locale, che anzi sarebbe un punto di riferimento della zona. Quindi l’alternativa, ancora più inquietante, è che l’uomo o la donna hanno sparato a caso senza nessun obbiettivo principale.

Successivamente gli uomini della scientifica hanno individuato la provenienza degli spari, cioè a ovest. Solo che la situazione a questo punto diventa ancora più inquietante: in quella direzione c’è infatti un palazzo a circa 200 metri ma a 50 metri c’è la scuola professionale Spinelli. La possibilità che un ragazzino abbia in mano un’arma da fuoco e che la stia utilizzando come un giocattolo, dà solo i brividi. Si spera che le forze dell’ordine grazie alle prove raccolte riescano a risalire al più presto al colpevole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento