menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberta Perego, assessore all'educazione a Sesto San Giovanni

Roberta Perego, assessore all'educazione a Sesto San Giovanni

Tavolo con i genitori per discutere il costo della mensa scolastica

Più sgravi, dilazione dei pagamenti, nuove fasce ISEE e diminuzione del costo del pasto: sono queste le decisione prese dall'amministrazione di Sesto San Giovanni

Mercoledì 27 novembre l’assessore all’educazione Roberta Perego del comune di Sesto San Giovanni ha incontrato i rappresentanti dei comitati dei genitori per condividere le linee guida attorno alle quali modificare le fasce ISEE e il costo della mensa scolastica e le nuove modalità per il pagamento dei centri ricreativi estivi.

Nel secondo caso, il confronto con i genitori ha prodotto un risultato: dal prossimo anno, infatti, all’atto dell’iscrizione sarà possibile scegliere se dilazionare oppure pagare tutto in un’unica soluzione. 

Nel caso una famiglia scelga la dilazione, per rendere effettiva l’iscrizione dovrà versare il costo delle settimane di giugno e un anticipo di 15 euro per ogni settimana di frequenza dei CRE. Il saldo dei mesi di luglio, agosto e settembre dovrà poi avvenire entro la fine del mese precedente. In questo modo si viene incontro sia alla richiesta dei genitori di una dilazione dei pagamenti sia alla necessità di evitare iscrizioni ai CRE non seguite poi da una reale frequenza (fatto che comportava una diminuzione dei posti a disposizione dei bambini). Questa proposta ha incontrato il favore dei comitati dei genitori.

Nel corso dell’incontro, l’assessore Perego ha inoltre illustrato la decisione di procedere all’aumento delle riduzioni mensa per i figli dal secondo in poi (che passeranno dal 20 al 30% per il secondo e dal 40 al 60% dal terzo in avanti), prima di illustrare i tre criteri sui quali si baserà la revisione delle tariffe della mensa scolastica: la creazione di una fascia ISEE che tuteli maggiormente le famiglie di ceto medio; l’innalzamento della soglia ISEE che definisce la fascia massima e la riduzione della tariffa massima, attualmente di 5,5 euro.

“Il confronto con i genitori – ha dichiarato l’assessore Roberta Perego – ha già prodotto la modifica della modalità di dilazione del pagamento dei Centri estivi e una maggiore riduzione del costo mensa per le famiglie con più bambini. Adesso, dopo le verifiche tecniche che avevamo annunciato, è il momento di rivedere le tariffe della mensa nel loro complesso. Abbiamo anche loro proposto un incontro informale con i nostri uffici per un’analisi tecnica delle fasce ISEE e delle nuove tariffe. La proposta rimane aperta, con il confronto possiamo arrivare a trovare soluzioni condivise che tengano insieme l’equità, la solidarietà e la tutela delle famiglie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento