rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sesto San Giovanni Sesto San Giovanni

Verso Sesto: mozione sulla difficoltà d'acquisto dei biglietti

La lista civica presenta una mozione che va a tutelare i cittadini e l'acquisto dei biglietti dei mezzi pubblici. Un pensionato di Sesto San Giovanni, proprio a causa di un errore nell'acquisto del titolo di viaggio, era stato multato

La lista civica di Sesto San Giovanni, "Verso Sesto", presente in consiglio comunale denuncia l’incongruenza e le difficoltà che i cittadini si trovano a dover affrontare nella scelta del biglietto da acquistare, quello interurbano U+1/2 zona cumulativo e l’Interurbano 1+1/2 zona. Il tema, proprio in questo periodo, è piuttosto "caldo" dato che un pensionato è stato costretto a pagare una multa di 38 euro perché in possesso del titolo di viaggio errato (seppur del medesimo importo).

I biglietti, infatti, hanno lo stesso prezzo (€.1,95), ma sono differenti ai fini della corretta validazione.

"Se si acquista quello sbagliato - spiega in un comunicato la lista civica Verso Sesto - si incorre quindi in una sanzione pari a €.38,00, come testimoniato dal l’ignaro pensionato,  la cui disavventura è stata riportata sui nostrani organi di stampa . Nella mozione presentata, si affronta anche il problema della penalizzazione subita dai cittadini che utilizzano la metropolitana dalle stazioni di Sesto Rondò e Sesto 1 maggio FS, rispetto agli stessi che invece ne usufruiscono dalla stazioni di Sesto Marelli in avanti. La differenza sul costo dell’abbonamento non è di pochi conto, ma pari quasi il doppio"

"Se andiamo ad analizzare mediamente l’incidenza annuale sul bilancio familiare - osserva Savino Gianvecchio di Verso Sesto - il conto risulta molto salato, circa 200 euro in più a persona. Come un’altra IMU, una tassa però dedicata ai cittadini sestesi colpevoli solo di abitare a Sesto FS o Sesto Rondò".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Sesto: mozione sulla difficoltà d'acquisto dei biglietti

MilanoToday è in caricamento