menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Noia, Verso Sesto: "il programma come vero protagonista"

Eros De Noia, consigliere ed esponente della lista civica di Sesto San Giovanni, apre ad un dialogo politico con il Partito Democratico

Verso Sesto, lista civica con alcuni consigliere in comune a Sesto San Giovanni, propone un utile confronto con la segreteria cittadina del Partito Democratico per valutare nuove forme di collaborazione e riflettere sui cambiamenti in atto nella nostra città.

"Dobbiamo - afferma Eros De Noia di Verso Sesto - sempre più aprirci alla società civile per creare un blocco riformista forte e coraggioso, che agisca in concreto, che metta al centro punti chiave di un programma per il governo del Città.In grado di affrontare qualsiasi tema con sobrietà, competenza, nel solo interesse della città che amministriamo. Proprio per questo, noi di Verso Sesto abbiamo avanzato in consiglio comunale una serie di proposte concrete, su cui vogliamo confrontarci: partecipate ZERO, dismissione dei beni socialmente ed economicamente improduttivi, lotta alla morosità, politiche di efficientamento energetico, oltre ad un piano per l'emergenza abitativa ed una nuova strategia di rigenerazione urbana. In ultimo, ma non certo in ordine importanza, una politica intransigente contro ogni forma di abusivismo e degrado".

Verso Sesto, è bene precisare, siede in consiglio comunale dopo che gli eletti dell'Italia dei Valori avevano deciso di lasciare l'ex partito di Antonio Di Pietro e far nascere un loro nuovo movimento.  

Tornando alla nota ufficiale, De Noia chiude la sua dichiarazione incamminandosi sulla strada del dialogo: "Tendere la mano a chiunque si ponga come fine dell'azione politica  un'azione concreta e mirata al raggiungimento degli obiettivi preposti. Accogliamo quindi positivamente l’invito alla partecipazione attiva ai forum di lavoro, rivoltoci dal segretario del partito democratico. In questa ottica, che pone le condizioni perché realmente nell'agenda politica delle forze che con noi vorranno collaborare, prevalga la cosiddetta linea della "centralità del programma", possiamo aprire un confronto guardando anche fuori dal nostro abituale perimetro politico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento