rotate-mobile
Porta Ticinese Porta Ticinese / Via Giosuè Borsi

Ai domiciliari va in ospedale e ruba un'ambulanza

Un uomo ai domiciliari dopo aver litigato con la convivente va in ospedale per un lieve malore, poi torna a casa con un'ambulanza rubata. Nel frattempo la polizia lo aspetta

Curioso l'episodio successo nella giornata di lunedì in via Borsi, zona viale Liguria. Il protagonista è un italiano di 58 anni, A.G., agli arresti domiciliari. Dopo avere litigato nottetempo con la sua compagna, un'italiana di 52 anni, e con il figlio di lei, si è recato da solo al Policlinico accusando un malore.

Nel frattempo però la donna e il figlio hanno chiamato il 113 denunciandolo per evasione dai domiciliari. Tornato in via Borsi, l'uomo ha trovato una volante della polizia sotto casa e ha iniziato a insultare la donna. Contemporaneamente il Policlinico ha segnalato alla polizia che un'ambulanza era scomparsa: ambulanza ritrovata a meno di un km dall'abitazione dell'uomo.

In pratica, il 58enne aveva pensato di rubare l'ambulanza per fare ritorno a casa: è quindi stato arrestato per furto ed evasione e processato per direttissima. Ma non è tutto: dopo il processo per direttissima, tornato a casa ha constatato la mancanza di contanti per 13mila euro, una tv al plasma e un computer. E convivente e figlio sono irrintracciabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari va in ospedale e ruba un'ambulanza

MilanoToday è in caricamento