Coronavirus, supermercati chiusi nelle feste: "Non è essenziale fare la spesa tutti i giorni"

La richiesta dei sindacati: "Supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta, fatelo per i lavoratori"

Un modo per dire grazie ai lavoratori per il loro sacrificio. Un modo per regalare loro due giornate di libertà, con un occhio alla sicurezza. I sindacati lombardi hanno ufficialmente richiesto a tutte le aziende della grande distribuzione di chiudere i propri supermercati per due giorni, a Pasqua e Pasquetta, in risposta all'emergenza Coronavirus

"Le lavoratrici e i lavoratori della grande distribuzione sono da più di quattro settimane in prima linea e in condizioni di grandi difficoltà nel garantire ai cittadini l'approvvigionamento di generi alimentari - si legge in una nota firmata da Filcams Cgil Lombardia, Fisascat Cisl Lombardia e Uiltucs Lombardia -. Nonostante la paura per la propria salute e quella dei propri cari e le forti pressioni dovute all'assalto a volte insensato ai supermercati, hanno continuato con impegno e dedizione a svolgere un servizio fondamentale per tutti noi".

"Siamo quindi convinti, in questo momento così difficile, che sia ancora più importante garantire ai lavoratori e alle lavoratrici di poter trascorrere Pasqua e Pasquetta a casa con la loro famiglia", sottolineano i sindacati.

 "È un giusto ringraziamento per quello che hanno fatto e continueranno a fare per tutti noi, oltre che un contributo alla gestione dell'emergenza. Mangiare tutti i giorni è essenziale, non lo è fare la spesa tutti i giorni e più volte al giorno - evidenziano -. Chiudendo due giorni, non rischiamo di rimanere senza cibo. Inoltre due giorni di chiusura consecutivi costituirebbero una straordinaria occasione per sanificare al meglio di ambienti". 

Quindi, ecco la richiesta: "Pertanto - auspicano da Filcams, Fisascat e Uiltucs - invitiamo le imprese a prevedere la chiusura dei supermercati e ipermercati a Pasqua e Pasquetta, ribadendo ancora una volta che né la legge, né il contratto collettivo nazionale prevedono l'obbligo della prestazione lavorativa in occasione delle giornate festive". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

Torna su
MilanoToday è in caricamento