Sicurezza: Palazzo Marino, polizia penitenziaria e stradale insieme per la formazione degli agenti

Firmati due protocolli per una partnership su materie di comune interesse: dall’omicidio stradale al falso documentale, dal trasporto rifiuti alla custodia e consegna dell’arrestato alla casa circondariale

Un accordo per la formazione congiunta degli agenti. È il fine del protocollo firmato nella giornata di martedì 9 aprile tra comune di Milano, polizia penitenziaria e polizia stradale.

L’accordo, già avviato sperimentalmente l’anno scorso e che non comporta alcun onere a carico dell’Amministrazione comunale, prevede lo scambio di formatori qualificati nelle materie di specifico e comune interesse. Oltre alla condivisione di risorse umane e strumentali per le attività formative, la Polizia Locale si impegna a fornire i locali dove si terranno i corsi di aggiornamento professionale.

Nel corso del 2018, il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria Lombardia e il Comune di Milano, attraverso la Polizia Locale, hanno avviato un percorso di analisi e individuazione di specifici moduli formativi finalizzati a uno scambio di conoscenze tecnico-professionali in relazione alle attività di servizio di riferimento. In particolare le materie individuate riguardano la sicurezza stradale e le tecniche operative di intervento.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Compartimento Polizia Stradale Lombardia, da sempre impegnato a cogliere le nuove istanze di sicurezza stradale provenienti dalla società civile, ha istituito nel 2016 un progetto formativo per offrire al personale conoscenze e competenze per migliorare ulteriormente la qualità del lavoro, implementando le competenze possedute e condividendo le conoscenze con le altre istituzioni presenti sul territorio.

La Polizia Locale di Milano, sensibile alle tematiche della sicurezza stradale, rappresenta quindi il referente per lo sviluppo di una progettualità condivisa nella formazione.

Con questi protocolli si struttura una partnership su materie di comune interesse, che possono variare dall’omicidio stradale al falso documentale, dal trasporto rifiuti fino alle procedure e modalità operative di custodia e di consegna dell’arrestato alla casa circondariale.

Le intese sono state sottoscritte dal comandante della Polizia Locale Marco Ciacci, dal Generale di Brigata Aduo Vicenzi per la Polizia Penitenziaria e dal dirigente compartimento della Polizia Stradale per la Lombardia Roberto Campisi, alla presenza dal vice Questore Ottavio Aragona e del vice Prefetto Francesco Garsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

Torna su
MilanoToday è in caricamento